Politica. Riforme, De Luca: “Con elezione diretta rischio camorra al Senato”

vincenzodelucaSe scriviamo che i senatori devono essere eletti nel mio territorio verrebbero eletti nove senatori, un sindaco, io non so dove andiamo a parare. Così non abbiamo nè rappresentanza dei territori nè politica ma di altre forze, non raccomandabili, qualche pezzo di camorra democratica…“. Vincenzo De Luca, presidente della regione Campania, si esprime contro l’elettività del nuovo Senato durante l’audizione in commissione Affari costituzionali a Palazzo Madama.

Aprire una contrattazione al Sud sull’elezione libera dei senatori – avverte De Luca – significa dare un incentivo fortissimo al trasformismo, al mercato politico o anche peggio, questa è la mia opinione. Io sono per criteri oggettivi, a rappresentare la regione dovrebbero essere il presidente della regione, magari non chiamiamolo più ‘governatore’, il presidente della giunta regionale, il sindaco del capoluogo, il rappresentante più votato della minoranza, insomma io farei uno sforzo in questo senso perchè sono molto preoccupato”.

(askanews)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 101708 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!