ALP Volley Aversa. Battere il Cus e festeggiare il campionato

Ad un passo dal sogno. L’Alp Airri Volley Aversa domani può festeggiare la vittoria del campionato di Serie C femminile. E per farlo ha bisogno di una vittoria. La sfida è di quelle che valgono una stagione intera. Prima contro seconda. Alla ‘De Curtis’ arriva l’unica squadra che è riuscita a tenere il passo delle normanne. Quel Cus Napoli che, in qualsiasi altra stagione, oggi si ritroverebbe in testa alla classifica. E invece la capolista è la corazzata costruita dal presidente Gianni Apicella che fino ad oggi non ha mai conosciuto la parola sconfitta. E vuole chiudere la stagione regolare centrando il record assoluto di zero sconfitte. L’ultimo ostacolo è proprio rappresentato dalle napoletane che però con 4 punti di svantaggio hanno speranze quasi azzerate di vincere il campionato. Ma queste sono quelle partite che servono anche per l’orgoglio. E sia l’Alp Airri Aversa di coach Nico Borghesio che il Cus Napoli allenato da Andrea Gambardella hanno voglia di dimostrare di essere squadre pronte per la B2. Spettacolo assicurato: fischio d’inizio alle 18.30. Vietato mancare per gli appassionati aversani, casertani e campani. Un match che si preannuncia dall’altissimo livello tecnico e tattico e a presentare la gara sono le centrali Ilaria Rossi e Federica Nina:

Vincerà la squadra che avrà più fame – afferma Rossi – e che avrà preparato meglio la gara. Dobbiamo sbagliare il meno possibile e giocare al massimo dal primo all’ultimo punto. Dobbiamo difendere con le unghie il primato in classifica perché abbiamo meritato di essere la capolista per tutto il campionato. Sono stati fatti tanti sacrifici e chi più di tutti si merita questa gioia è mister Borghesio. Dobbiamo farlo anche per lui”.

E’ una gara molto sentita – afferma invece Nina – e sarà sfida vera. Rispettiamo le nostre avversarie perché hanno dalla loro tanta esperienza e qualità importanti per la nostra categoria. Ci daranno filo da torcere ma noi venderemo cara la pelle perché vogliamo chiudere davanti ai nostri tifosi il discorso legato alla promozione del campionato. Ci credo e voglio questa vittoria”. Entrambe le centrali sottolineano l’importanza di chiudere al primo posto conservando anche il vantaggio sull’altra capolista del girone B: “Per i play off è fondamentale il fattore campo. Se vinciamo le ultime due gare possiamo giocare due partite su tre contro Castellammare di Stabia nella nostra palestra. E questo non è da poco: il pubblico di casa può spingerci alla B2”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche la palleggiatrice Martina Migliardo che sottolinea come questa sia una partita con le due squadre che “partono alla pari. Non c’è una favorita anche perché il Cus Napoli è l’unica squadra al nostro stesso livello in questo girone e per questo motivo sarà anche interessante verificare la nostra forza. Siamo stati anche sfortunati con un po’ di infortuni ma non abbiamo alcuna voglia di fasciarci la testa. Proveremo a fare la nostra migliore partita perché l’unico obiettivo è vincere. Con i tre punti potremmo festeggiare la vittoria del campionato. E non vogliamo fallire questa opportunità”.

La gara si vince grazie a battuta e ricezione. Il libero Maria Musella non va al servizio ma toccherà a lei giocare la partita perfetta in ricezione così come in difesa per garantire alla sua squadra il successo: “Ci stiamo addentrando nel periodo clou del campionato e nonostante fino ad oggi non abbiamo perso nemmeno una partita abbiamo ancora tanto da dimostrare. Questa è una gara importante perché anche noi ci metteremo alla prova contro una squadra forte. E’ l’antipasto dei play off dove le partite saranno ancora più impegnative. E’ arrivato il momento di accelerare perché abbiamo un sogno: regalare la B2 a questa società e a tutti i tifosi che da inizio campionato ci hanno supportato in questo difficile ma entusiasmante cammino”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 100898 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!