(VIDEO) Comunali. Santulli contro Villano: “Vittima di un tiro mancino”

Ieri pomeriggio alle 15:30 si è tenuta la conferenza stampa dei tre esponenti del movimento politico “osservatorio politico sociale liberale, vale a dire il presidente dell’associazione Vincenzo D’Agostino, Paolo Sntulli candidato consigliere e Sergio Di Meo.

Una conferenza stampa al vetriolo contro Villano e l’intera coalizione, il D’Agostino ha letto due fogli di commento, “poichè era l’unico modo per essere moderati nei commenti, che altimenti sarebbero stati troppo forti e pesanti” afferma lo stesso, questa l’introduzione, per non parlare di quanto asserito dallo stesso: “Situazione grave che sta continuando, occorre quindi l’ufficialità, e la tracciabilità, siamo in presenza di fatti gravi. La voglia di scantonare è troppo forte per quello che è accaduto e sta continuando ad accadere. Siamo i  presenza di fatti gravi, che sanno di deprecabile passato, anzi di medioevo politico, di congiure sotto banco, all’apparenza di diabolico perbenismo, gioco delle tre carte, cazzimma napoletanoide, pacco stile Forcella, siamo in presenza di un imbroglio, di un tiro mancino, insopportabile, di azioni condannabili sia sotto il profilo civile, che politico, che di convenienza. Un accordo tra gentiluomini, è diventato un’azione capestre non in buona fede, volontà di accordo trasformata in volontà di nuocere“.

Poi passa la parola a Santulli che dichiara: “Abbiamo appreso solo sabato 7 maggio alle ore 12:30 di essere candidati, io e altre due donne da me indicate, facenti parte del movimento “Osservatorio Politico Sociale Liberale”, nella lista Villano Sindaco, mentre dovevamo essere candidati nella lista del PD come d’accordo ma viste le pressioni di qualche “professorino” riferimento pare a D’Amore, subbentrato all’ultimo minuto, le cose sono cambiate, “io mi sono trovato in un’altra lista“. Fatto gravissimo che denota un reato, che però ad oggi non è stato dallo stesso denunciato, per cui noi giornalisti presenti abbiamo chiesto in che senso, lei forse non ha firmato? e la firma è falsa? La risposta incredibile di Santulli: “No io ho firmato, ma un foglio bianco, voi sapete come funziona” (chiara allusione a sistema anomalo). Questo significa che contrariamente alla legge, vi è una anomalia che deve essere assolutamente oggetto di indagine da parte della magistratura, si perchè per legge quando si accetta una candidatura e la si sottoscrive, questa deve essere su foglio contenente a colori logo e sua descrizione, il Santulli, ha dichiarato di aver firmato negli ultimi minuti prima della chiusura delle liste e di non conoscere il soggetto che ha autenticato le firme, che comunque sono state apposte su fogli bianchi recanti le indicazioni dei dati personali, se confermato tutto ciò vi sono ravvisabili dei reati e delle responsabilità, sia da parte del comitato del partito, sia del soggetto che avrebbe autenticato le firme e sia del funzionario del comune ufficio elettorale che avrebbe fatto, così passare candidature non regolari.

Una situazione pesante, e un fatto gravissimo che porterebbe all’annullamento della lista, e ad indagini sulle condotte assunte, non di meno alcuni candidati delle liste concorrenti appreso quanto dichiarato dal Santulli, minacciano esposti e richiesta di annullamento della lista e dell’intera elezione ad Aversa, a queste parole Santulli è saltato dalla sedia. Alla fine dichiara di restare candidato con Villano, dopo tutte queste gravi accuse e afferma Santulli: “Li faremo trottare e gli daremo filo da torcere” questo ai propri alleati, non agli avversari, tutte le premesse di chi passerà all’opposizione appena sarà eletto, vedi i casi precedenti. Una bella campagna elettorale d’amore e d’accordo, questa la coerenza dei “politici” e le premesse per una buona amministrazione della città, che vergogna!

Lidia de Angelis

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: [email protected] | [email protected]

admin has 102238 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!