Caso Ferrillo, Casaleggio e i big del M5S citati come testi in tribunale ad Aversa

Il figlio di Gianroberto e i “grandi” del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista si ritroveranno in un’aula del Tribunale Napoli Nord – Aversa, chiamati a riferire sulla gestione del software della Casaleggio Associati e sulle procedure per le votazioni online.

I quattro, citati come testi, dopo che il giudice Annamaria Ferraiolo ha accolto la richiesta di Marco de Scisciolo, avvocato di Angelo Ferrillo, attivista ed ex ‘grillino’ uscito dal movimento dopo la mancata candidatura alle elezioni regionali della Campania nel 2015.

Angelo Ferrillo, presidente dell’associazione “La Terra dei Fuochi”, è imputato per diffamazione dopo aver scritto un post che Gianroberto Casaleggio ritenne offensivo. Il tutto fu pubblicato nel gennaio 2015, in cui lo stesso Ferrillo veniva sospeso dallo staff grillino mentre era 13esimo nella graduatoria, certo di un posto da candidato consigliere e in lizza per partecipare al voto elettronico per la candidatura a governatore.

“La querela di Casaleggio fu un pretesto per mettermi fuori gioco – dichiara Ferrillo –. Come mai querela ed espulsione mi arrivarono solo dopo aver superato il primo turno? Forse, interessandomi di un tema vero e sentito come la Terra dei Fuochi, mMettevo a rischio la candidatura a governatore della loro delfina, la Ciarambino? Mi aspetto da loro delle spiegazioni in aula”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 101501 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!