Aversa. Operazione ‘The Queen’, per il Riesame “De Cristofaro non doveva essere arrestato”

Sono state rese pubbliche le motivazioni del Riesame che ad inizio aprile ha portato alla scarcerazione del primo cittadino Enrico De Cristofaro, arrestato lo scorso 15 marzo in merito all’operazione ‘The Queen’ sugli appalti pilotati.

“La pur complessa attività di indagine non ha svelato un più ampio coinvolgimento di De Cristofaro nel sistema illecito resto da Guglielmo La Regina e Loredana Di Giovanni, risultando dimostri unicamente contatti da ricondurre verosimilmente al comune contesto professionale di appartenenza con Mario Martinelli, manifestatasi per quanto emerge dagli atti, solamente nel caso analizzato, non emergendo ad esempio, al di là dei propositi manifestati dal Martinelli un effettivo intervento quanto alla commissione della gara indetta dal Comune di Mignano Montelungo”.

“Non può inoltre non osservarsi sempre sul versante della analisi della personalità del ricorrente – che la condotta contestata appare, specie se raffrontata all’allarmante contesto emerso dalle indagini, di non eccessiva gravità e tale da non deporre nel senso di una generale modalità infedele di esercizio di funzioni pubbliche”.

“Deve ragionevolmente escludersi – afferma il Riesame – l’eventualità che gli si presentino occasioni favorevoli alla commissioni di nuovo reati. Tale eventualità non può, poi, farsi derivare dalle funzioni di Sindaco della città di Aversa attualmente svolte dal ricorrente, in assenza – come già rilevato – di elementi rivelatori di una generale propensione ad esercitare funzioni di natura pubblicistica in maniera deviata ovvero il perseguimento  di finalità di natura privatistica”.

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 101423 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!