Aversa. Positivo al doping, la versione di Ivan Giglio

In merito alla notizia diffusa dalla NADO Italia, organizzazione nazionale antidoping, Ivan Giglio è stato sospeso cautelativamente a causa di un controllo dell’antidoping poiché nel suo sangue sarebbero state trovate tracce di una sostanza vietata tra quelle presenti nella lista della federazione sportiva. In realtà stava seguendo una cura farmacologica dovuta ad alcune problematiche personali e la sua buona fede sta proprio nel fatto che non si è mai sottratto nella sua vita sportiva a qualsiasi forma di controllo“. E’ quanto fa sapere lo staff di Ivan Giglio, tesserato alla Federciclismo – categoria amatore.

Ivan Giglio è stato sospeso dalla Prima Sezione del TNA, in accoglimento dell’istanza proposta dalla Procura Nazionale Antidoping, perché riscontrato positivo alle sostanze Eritropoietina Ricombinante e Testosterone e suoi Metaboliti a seguito di un controllo fuori competizione disposto dalla NADO Italia svoltosi a Teverola il 24 luglio 2018.

Infatti nei vari controlli che si effettuano a fine gara – continua la nota dello staff – è sempre risultato negativo per tutte le competizioni a cui ha partecipato. Naturalmente Ivan Giglio ha incaricato il penalista aversano, l’avvocato Gaetano Laiso per farsi tutelare davanti alle autorità competenti dal momento che il provvedimento emesso ha solo natura cautelare e ben presto verrà depositato un ricorso ufficiale davanti alle autorità nazionali dell’antidoping“.
Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 100197 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!