Aversa. Pista atletica, D’Angelo: “si è cincischiato, si è traccheggiato”

“Un paio di giorni fa, i rifiuti, sulla cui rimozione l’assessore Caterino, su precise indicazioni del Sindaco, con i dirigenti, stava “non lavorando” per rimuoverli, con tempi che definire biblici è un eufemismo, sono “misteriosamente” bruciati. E anche per il 2021, come per il 2020, i fondi per la pista di atletica, circa €1.600.000, che il Comune ha già incassato, potranno essere usati per altro, senza il problema di doverli ricostituire nell’immediato. C’è tempo: adesso sono pure bruciati i rifiuti. E ancora una volta, invece di rimboccarsi le maniche per realizzare un’opera da mettere a disposizione degli Aversani, si è cincischiato, si è traccheggiato, nonostante tutte le sollecitazioni ad andare avanti”. Così, in una nota, la consigliere comunale Eugenia D’Angelo.

“Però è interessante: per rimuovere i rifiuti dal terreno su cui deve sorgere la Pista di Atletica il Sindaco e l’Assessore ci stanno “non lavorando” da circa un anno e non hanno neanche scelto la società da incaricare; invece, per il bagni del Cimitero hanno prima fatto eseguire i lavori e poi è stata predisposta la Determina Dirigenziale. Le priorità sono priorità. E poi le proposte sono valutate sulla base della simpatia e della “gestibilità” del proponente: è questo il metro di misura del Sindaco, mica la oggettiva utilità e i vantaggi per la città”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 100959 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!