(VIDEO) Gli artisti aversani Carnevale e Fiorenzano, un duo da standing ovation a Musicalia

Un duo tutto aversano per il secondo appuntamento di Musicalia, la kermesse ideata dal giornalista ed esperto Giuseppe Lettieri. Marco Fiorenzano e Andrea Carnevale, con il loro omaggio al bel canto della tradizione partenopea hanno incantato il pubblico e non è mancata una sorpresa finale, che ha stupito ed emozionato tutti i presenti. Del resto parliamo di due eccellenti artisti, figli di Aversa, che vantano, nonostante la ancor giovane età curricula di tutto rispetto.

Marco Fiorenzano, doppia laurea al Conservatorio, in pianoforte classico e pianoforte jazz, ha vinto anche nel 2016 il Piacenza Jazz con il gruppo aversano dei Playground Project. Il pianista aversano per la sua duttilità tecnica spazia da Cimarosa e Chopin, al Jazz di Petrucciani, senza disdegnare incursioni nel classico napoletano ed in altri stili musicali. Andrea Carnevale, baritono riconosciuto e apprezzato a livello internazionale, si è esibito in prestigiosi location, in Italia e all’estero. Dalle Piramidi in Egitto, con Aida, alla Spagna, da Tel Aviv a Roma, e solo la pandemia Covid ha interrotto temporaneamente la sua continua ascesa.

“La Musica è un linguaggio universale che unisce- ci dice Giuseppe Lettieri, ideatore e direttore artistico di Musicalia- e quando si parla di canzoni non si può prescindere dalla tradizione partenopea. Interpretazione magistrale offerta al pubblico dal baritono Carnevale. La sua timbrica vocale potente e sonora, unita all’interpretazione mimica e al pathos trasmesso, ha ammaliato il pubblico”.

“Ovviamente il tutto grazie anche al magico tocco pianistico di Marco Fiorenzano, capace di modulare i suoni, affinché ci fosse un unisono tra musica e canto – sottolinea Lettieri -. Ed i presenti hanno dimostrato, chiedendo numerosi bis, di apprezzare particolarmente questa anteprima assoluta. Perché per la prima volta i due artisti aversani si sono esibiti insieme. E da due eccellenze non poteva che nascere un duo eccellente”.

Anche il finale è stato piuttosto emozionante per i presenti. Lettieri con la complicità di Fiorenzano e Carnevale, che tra l’altro è non solo un baritono in carriera, ma anche un validissimo docente di canto, hanno messo su una sorta di flash mob. Alla fine del concerto, il brano conclusivo, è partito da alcuni tenori e soprani, mescolati con i pubblico. Tutti i cantanti allievi del Maestro aversano, mentre Carnevale fingeva di non ricordare le parole, hanno intonato l’inno per antonomasia della canzone napoletana, per la sorpresa di tutti, che hanno dimostrato di gradire con una standing ovation.

“Ho provato i brividi- ci dice a fine concerto uno dei tanti presenti- una emozione per qualcosa di inaspettato. Mentre partiva la musica, noi guardavamo ovviamente verso il palco, dove c’erano questi due grandi artisti orgoglio della città di Aversa. Ed invece all’improvviso si alzato un giovane tenore, seduto nella mia stessa fila, e poi un soprano seduto avanti e un altro dietro nelle ultime file. Una magia che solo chi ha vissuto può comprendere pienamente. Da pelle d’oca! Complimenti a tutti. Anche ai giovani artisti!”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 101006 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!