(VIDEO) L’edizione del TG Sanità (24 ottobre)

Il TG Dire Sanità e Salute a cura della redazione giornalistica dell’Agenzia Dire.

COVID. ISS: CALA L’INCIDENZA, RT RESTA A 1,27. STABILI TERAPIE, SALGONO RICOVERI

Torna a scendere sotto quota 500 casi su 100 mila abitanti l’incidenza di Covid-19 in Italia. Il dato settimanale a livello nazionale è di 448 ogni 100mila abitanti nel periodo compreso tra il 14 e il 20 ottobre. È quanto emerge dall’ultimo monitoraggio settimanale della Cabina di regia del ministero della Salute e dell’Istituto superiore di Sanità. L’indice di trasmissibilità Rt, invece, si mantiene sostanzialmente stabile a quota 1,27, rispetto a 1,30 della settimana precedente. Stabile anche il tasso di occupazione in terapia intensiva al 2,4%, sale invece quello di occupazione in aree mediche, all’11%.

VACCINI. EMA: ESTENDERE ANTI-COVID A BAMBINI ETÀ COMPRESA TRA 6 MESI E 5 ANNI

L’Agenzia europea del farmaco (EMA) ha raccomandato di autorizzare l’uso dei vaccini mRna contro il Covid nelle fasce di età più giovani: dai 6 mesi di età ai 4 anni per Comirnaty, il vaccino Biontech-Pfizer, e dai 6 mesi a 5 anni per Spikevax, il vaccino di Moderna. “Gli effetti collaterali più comuni per entrambi i vaccini- ha fatto sapere l’EMA- sono paragonabili a quelli osservati nei gruppi di età più avanzata: irritabilità, sonnolenza, perdita di appetito, eruzione cutanea e indolenzimento al sito di iniezione. Per entrambi i prodotti, questi effetti sono generalmente lievi o moderati e migliorano entro pochi giorni dalla vaccinazione”.

EPATITE C. NEL SAVONESE CONTATTATI 65MILA NATI TRA 1969-1989 PER SCREENING

“Abbiamo contattato tutte le persone nate tra il 1969 e il 1989 e lo abbiamo fatto attraverso la chiamata, che solitamente avviene per lo screening dei tumori del colon e delle mammografie. A seguito della chiamata, sulla provincia di Savona, sono risultati circa 65mila utenti in questa fascia d’età e in circa 20mila si sono presentati per lo screening per l’Hcv”. Lo ha fatto sapere il dottor Marco Anselmo, direttore della Struttura Complessa di Malattie Infettive presso l’Ospedale San Paolo – Asl 2 Savonese, intervenuto in occasione del corso di formazione Ecm sulla gestione dei tossicodipendenti con epatite C, organizzato dal provider Letscom E3 con il contributo incondizionato di AbbVie.

MALATTIE INFETTIVE IN ORTOPEDIA, SITOP: SONO FREQUENTI E DI DIFFICILE GESTIONE

“Sfatiamo un concetto inesatto: l’osso è un tessuto vivo, solido, mineralizzato, ha un altissimo metabolismo e un’alta vascolarizzazione ed è proprio attraverso il sangue che gran parte delle infezioni lo raggiungono”. Lo ha spiegato Renato Maria Toniolo, presidente incoming della Sitop (Società italiana di Ortopedia e Traumatologia Pediatrica), intervistato dalla Dire nell’ambito del XXIV Congresso nazionale della Società, che si è svolto a Roma dal 20 al 22 ottobre. “Nel bambino- ha quindi aggiunto Toniolo- il sangue arriva nelle metafisi dell’osso lungo, una zona più periferica, dove si può raccogliere il germe patogeno. L’osso e le articolazioni sono sterili e qualsiasi germe li raggiunga, purtroppo, ne determina uno stato settico”.

A ROMA CONVEGNO CASSA GALENO SU FUTURO SETTORE PUBBLICO E SISTEMA INTEGRATIVO

“Il nostro servizio sanitario si sostanzia di punti di forza riconosciuti a livello mondiale. Un sistema sanitario eccellente che, tuttavia, ha sempre più bisogno di essere integrato da altre soluzioni per riuscire a garantire risposte adeguate ai bisogni di cura dei cittadini”. Così il presidente di Cassa Galeno, Aristide Missiroli, intervenendo la settimana scorsa a Roma al convegno ‘Sanità pubblica e sanità integrativa: criticità e sinergie’, promosso dalla Società mutua cooperativa-Fondo sanitario integrativo dei medici e degli odontoiatri. L’evento, che si è svolto a Palazzo Valentini, ha rappresentato un momento di confronto e riflessione sul rapporto tra sanità pubblica e integrativa.

MAGI (SUMAI): IN SANITÀ SUBIAMO SCELTE ORGANIZZATIVE DEGLI ALTRI

“Subiamo scelte e modalità organizzative fatte da altri, che ci arrivano direttamente attraverso decreti ministeriali. Scelte che cambiano la vita dei professionisti, senza che i professionisti vengano coinvolti”. A dirlo il segretario generale del Sumai Assoprof, Antonio Magi, in occasione del 54esimo Congresso nazionale del sindacato che si è svolto la settimana scorsa nella Capitale. “Vogliamo ribaltare questa modalità- ha proseguito Magi- La nostra idea è quella di partire dai professionisti che, tutti insieme, propongono modalità organizzative per portare avanti un servizio sanitario soprattutto in funzione dei bisogni dei cittadini”.

(Dire)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 101427 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!