(VIDEO) L’edizione del TG Sanità (31 ottobre)

Il TG Dire Sanità e Salute a cura della redazione giornalistica dell’Agenzia Dire.

ECCO I TITOLI:

– IN CALO TUTTI I NUMERI DEL COVID IN ITALIA. BOLLETTINO DIVENTA SETTIMANALE, REINTEGRO DEI MEDICI NON VACCINATI Tutti in calo i numeri del Covid in Italia. Secondo l’ultimo monitoraggio settimanale della Cabina di regia del ministero della Salute e dell’Iss, nei giorni 5-18 ottobre l’incidenza nazionale è stata pari a 374 ogni 100mila abitanti. In diminuzione anche l’Rt, sceso a quota 1,11, il tasso di occupazione in terapia intensiva (2,2%) e quello in aree mediche (10,8%). Intanto ecco l’abolizione del bollettino giornaliero, che avrà cadenza settimanale, oltre al reintegro del personale sanitario sospeso per inadempienze vaccinali.

– COMMISSIONE COVID, SCHILLACI: UTILE FARE CHIAREZZA. MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE SONO D’ACCORDO “Credo sia utile fare chiarezza soprattutto su quanto successo dal punto di vista amministrativo, come è stato detto chiaramente dal primo ministro Meloni. Quello è l’aspetto più importante. Tutte le forze politiche di maggioranza e di opposizione sono d’accordo nell’andare a vedere cosa è stato fatto sugli acquisti. Credo sia corretto per dare un segnale ai tanti malati che abbiamo che i soldi pubblici verranno spesi da oggi in maniera attenta e oculata”. Così il ministro della Salute, Orazio Schillaci sulla possibilità di una commissione d’inchiesta sulla gestione Covid. L’esponente del Governo è intervenuto a margine dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’Univerisità Tor Vergata di Roma.

– AIFI CHIUDE CONGRESSO: INDICATA VIA PER FISIOTERAPIA PROSSIMITA’ “È un bilancio assolutamente positivo, in due giorni abbiamo tracciato nuove piste operative per sviluppare la fisioterapia di prossimità”. Il Presidente dell’Associazione Italiana di Fisioterapia, Simone Cecchetto, commenta soddisfatto il Congresso AIFI ‘Fisioterapia e prossimità, le nuove sfide: il futuro, oggi’, svoltosi a Palermo il 28 e il 29 ottobre scorsi. “Una prossimità fisica, cognitiva ed empatica nei confronti dei cittadini, delle persone con disabilità, in particolare quelle persistenti e progressive- aggiunge- una prossimità che può oggi avvalersi anche di strumenti innovativi, come la teleriabilitazione e le tecnologie assistive, ma anche di nuovi modelli organizzativi per poter rispondere ai bisogni dei cittadini in maniera più adeguata e appropriata possibile”.

– LA SOCIETÀ ITALIANA DI FARMACIA OSPEDALIERA GUARDA AL FUTURO Oltre 2.500 esperti hanno partecipato alla 43esima edizione del congresso nazionale della Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici, dal titolo ‘Clinica, Etica, Managerialità. Costruiamo insieme la salute di domani’, a Bologna dal 27 al 30 ottobre scorsi. Proprio sul futuro si è voluto concentrare il Presidente SIFO, Arturo Cavaliere. “Le sfide saranno quelle di aumentare la capacità distributiva sul territorio attraverso i nuovi punti qualificati previsti dal DM77- ha detto- attraverso la sapiente cabina di regia del Farmacista all’interno delle Cot”. Al centro della relazione di Cavaliere, le relazioni sempre più strette con le Istituzioni centrali e con le Agenzie (Aifa in testa), la formazione sempre più avanzata, il farmacista di ricerca, il ruolo del Farmacista Ospedaliere nelle gare d’appalto e nella ricerca clinica.

– IN 4MILA AL CONGRESSO DEGLI ANESTESISTI: RIFONDARE IL SSN Una alleanza virtuosa per rifondare il Servizio sanitario nazionale. Se ne è discusso nel corso del 76° Congresso nazionale Siaarti, ‘Icare 2022, che si è tenuto a Milano dal 28 al 30 ottobre. In 4.000 si sono dati appuntamento al Centro Congressi MiCo per affrontare temi come anestesia, rianimazione e terapia del dolore, ma anche medicina perioperatoria e bioetica. “Un evento- ha spiegato il presidente della Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva, Antonino Giarratano- che conferma il posizionamento autorevole di una società scientifica che rappresenta in modo uniforme e continuo sul territorio nazionale la professione e la disciplina”.

– HTA, NEL 2025 OPERATIVO NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO Dal 1° gennaio 2025 diventa operativo il Regolamento europeo di Health technology assessment, che ha avviato un dialogo all’interno delle aziende e del mondo accademico. Se ne è parlato nel panel ‘Farmaci e nuovo regolamento europeo Hta: quali prospettive per il livello nazionale?’, in occasione del XV Congresso nazionale della Società italiana di health technology assessment (Sihta), a Roma dal 25 al 27 ottobre scorsi. Giovanna Scroccaro, direttore del servizio Farmaceutico, protesica, dispositivi medici del Veneto ha spiegato che “verranno messe a disposizione degli Stati membri le prime valutazioni cliniche congiunte sui farmaci antitumorali e le terapie avanzate”. “È positivo- ha aggiunto Teresa Petrangolini, direttrice del Patient Advocacy Lab dell’Altems presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore- che non si tratti solo di farmaci ma anche di dispositivi, fondamentali per alcune terapie”.

(DIRE)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 101502 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!