Autovelox Asse Mediano, inchioda e provoca incidente

Ancora un incidente all’altezza dell’autovelox dell’Asse Mediano di Aversa Nord. Inchioda l’auto per evitare l’autovelox e la relativa multa. E’ la scena accaduta stamane sull’Asse Mediano, in zona Casaluce/Frignano.

Per fortuna non si sono registrati feriti ma solo una carambola di auto sull’arteria stradale provinciale.

GLI INCIDENTI A CATENA E LA PROVINCIA DI CASERTA SOTTO ACCUSA

Non è la prima volta che vi notiziamo di ‘diversi incidenti a catena’ sull’Asse Mediano per via dell’autovelox installato dalla Provincia di Caserta per incentivare una corretta guida e velocità. Però l’apparecchio elettronico sta rimpinguando le casse dell’ente provinciale – a detta di molti automobilisti e di associazione consumatori – con la modalità del ‘limite facile’ impostato a 60 km/h, considerato troppo basso rispetto alla tipologia di asse viario accusando la Provincia di non badare alla sicurezza degli automobilisti.

GLI AUTOVELOX IN FUNZIONE DA LUGLIO

Il Piano integrato di sicurezza stradale pluriennale, sviluppato dalla Provincia di Caserta, partirà ufficialmente il 25 luglio, con l’attivazione di 3 dispositivi per il controllo automatico della velocità istantanea lungo la S.P. 335 ex S.S. 265 (in entrambe le direzioni) e la SP. 333 ex S.S. 264.

Tali dispositivi saranno attivi 24 ore su 24 (TBD) e saranno posizionati in dettaglio: sulla S.P. 335 ex S.S. 265 dei Ponti della Valle in direzione Giugliano in Campania al km 43+863 e al km 43+940 in direzione Marcianise; sulla S.P. 333 ex S.S. 264 del Basso Volturno al km 7+380 in direzione Castel Volturno ed in direzione Grazzanise.

Gli apparati, tutti smart e dotati della tecnologia più evoluta, interagiranno con l’ecosistema Titano, la piattaforma proprietaria Safety21, certificata AgiD (Agenzia per l’Italia digitale), in dotazione alla Polizia Provinciale di Caserta, la quale riceverà e gestirà le informazioni, dati e immagini, provenienti dai dispositivi, utili per la constatazione di eventuali infrazioni nel pieno rispetto della privacy dei cittadini, essendo la procedura perfettamente aderente alle regole Europee sul GDPR.

LaRampa.it ha più volto denunciato – attraverso molti articoli redatti da esperti del codice della strada – come l’installazione di quell’apparecchio serva solo per emettere ‘multe facili’.


Foto repertorio

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 101423 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!