(VIDEO) Crolla il volto della Madonnina dei Cappuccini

La testa sfigurata della Madonnina della parrocchia di San Francesco (dei frati cappuccini) è diventato uno dei simboli del terremoto che ha scosso il Nord delle Marche, tra la provincia di Ancona e quella di Pesaro Urbino, questa mattina.

Per fortuna senza provocare, almeno per ora, danni seri a cose e persone ma creando tanta paura tra i cittadini “che- ripetono in tanti nei bar, nelle piazze e negli uffici- una scossa così forte non l’avevano mai sentita”.

L’ULTIMA SCOSSA COSÌ FORTE RISALE AL 1930 CON MAGNITUDO 5.8 A LARGO DI SENIGALLIA

Per trovare una scossa di magnitudo superiore ai 5.7 gradi registrati questa mattina alle 7.07, al largo della costa settentrionale marchigiana, è necessario, tornare indietro al 30 ottobre 1930 quando il terremoto a largo di Senigallia raggiunse magnitudo 5.8. La stessa del sisma a largo di Rimini nel 1916.

Ed una delle oltre 30 scosse che questa mattina, tra le 7 e le 9, hanno interessato il pesarese ha fatto crollare a terra parte del capo della statua che dall’alto sovrasta la città e che è uno dei simboli più riconoscibili di Pesaro.

L’area sottostante su cui è crollata parte di statua è stata transennata per il rischio di altri crolli.

Ricostruiremo quel volto, uno dei simboli sacri più amati dai pesaresi- spiega l’assessore regionale alle Infrastrutture, Francesco Baldelli- lo faremo con lo stesso spirito e la stessa tenacia che distingue ogni marchigiano in tutte le sfide ed in tutti i momenti di difficoltà”.

(Dire)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 101015 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!