Arresto Matteo Messina Denaro, la cattura coordinata dal procuratore casertano

Dopo 30 anni di latitanza, i Carabinieri del Ros hanno arrestato il boss mafioso Matteo Messina Denaro.

L’inchiesta che ha portato alla cattura “dell’ultimo dei Corleonesi” è stata coordinata dal procuratore di Palermo Maurizio de Lucia e dal procuratore aggiunto Paolo Guido.

De Lucia ha origini casertane precisamente nella Valle di Suessola, ma da sempre opera in territorio siciliano. Ha iniziato proprio a Palermo ai tempi delle stragi di Capaci e Via d’Amelio. Ha poi continuato la sua attività tra Roma e Messina ed è ritornato a Palermo qualche mese fa, con la ferma intenzione di combattere Cosa Nostra ‘in tutte le sue forme’ e nel ricordo di chi lo aveva preceduto negli anni.

“Ha inferto alla mafia siciliana un colpo durissimo ed ha dato il giusto riconoscimento al lavoro svolto da chi oggi nemmeno c’è più, ma che non ha mai smesso di lottare per restituire ai Siciliani una terra migliore – dice Gimmi Cangiano, deputato casertano di Fratelli d’Italia -. Siamo fieri che questa pagina di storia scritta stamattina, porti con sé anche un pezzo della nostra Provincia”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: [email protected] | [email protected]

admin has 102279 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!