Maltempo: esondano i fiumi Volturno, Calore e Tanagro

Le forti precipitazioni di ieri hanno ingrossato i corsi d’acqua in tutta la Campania. Le federazioni Coldiretti di Caserta e Benevento segnalano l’esondazione dei fiumi Volturno e Calore in alcuni punti critici. Gli accertamenti sono ancora in corso.

L’esondazione del fiume Volturno è stata accertata nell’Alto Casertano, nella zona di Baia e Latina, allagando i campi.

Il fiume Calore è esondato tra Solopaca e Paupisi, invadendo i vigneti, danneggiati nei punti più prossimi alle sponde. La Coldiretti della Campania sta monitorando tutto il territorio regionale, falcidiato da smottamenti e danni provocati dalle raffiche di vento.

“Se pioggia e neve sono attese per ripristinare le scorte idriche in laghi, fiumi, terreni e montagne, i forti temporali con precipitazioni violente – sottolinea la Coldiretti – provocano disastri quando l’acqua cade violentemente e tende ad allontanarsi per scorrimento con frane e smottamenti. La pioggia per essere di sollievo deve infatti durare a lungo, cadere in maniera costante e non troppo intensa”.

“Si assiste ad una evidente tendenza alla tropicalizzazione che – precisa la Coldiretti – si manifesta con una più elevata frequenza di eventi violenti, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo, con sbalzi termici significativi. L’agricoltura – conclude la Coldiretti – è l’attività economica che più di tutte le altre vive quotidianamente le conseguenze dei cambiamenti climatici con i danni provocati dalla siccità e dal maltempo che hanno superato nel 2022 a livello nazionale i 6 miliardi di euro”.

Notte di paura nel Vallo di Diano, nel Salernitano, a causa delle abbondanti piogge delle ultime ore.

Il fiume Tanagro ha rotto gli argini tra Teggiano e Sala Consilina allagando terreni e rendendo impraticabili diverse arterie principali e strade interpoderali.

Quasi tutti i canali ed i torrenti che affluiscono nel fiume Tanagro sono ai massimi livelli ed in qualche caso hanno esondato. E sempre a causa delle precipitazioni piovose si registrano diversi smottamenti e movimenti franosi. Il più importante si è verificato nei pressi di San Rufo con la chiusura provvisoria di un tratto, km 57,000, della Strada Statale 166 degli Alburni.

I Vigili del fuoco del distaccamento di Sala Consilina ed i volontari della Protezione Civile hanno lavorato duramente per liberare da acqua e fango numerosi garage e scantinati di abitazioni. Resta sempre chiusa al transito la SP 11 sul tratto Ponte Cappuccini incrocio Strada Canneto, arteria molto trafficata che collega i comuni di Sassano e Sala Consilina in quanto il livello dell’acqua del fiume Tanagro è ai limiti di guardia. Quasi tutte le scuole di ogni ordine e grado del Vallo di Diano sono rimaste chiuse questa mattina a causa dell’allerta meteo di livello arancione.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 101720 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!