A Predappio la commemorazione per la morte di Mussolini

Sono stati non più di un centinaio, i ‘nostalgici’ che si sono dati appuntamento a Predappio per commemorare – come avviene tradizionalmente ogni anno nell’ultima domenica di aprile – la morte di Benito Mussolini, avvenuta il 28 aprile del 1945.

Intorno alle 10.30 si sono mossi in corteo, partendo dalla piazza antistante la chiesa di Sant’Antonio, per percorrere i due chilometri scarsi che la separano dal cimitero di San Cassiano, dove si trova la cripta della famiglia Mussolini.

Ad accogliere i partecipanti davanti al camposanto le sorelle Orsola e Vittoria Mussolini, pronipoti di Vittorio Mussolini, primogenito del Duce. A loro Orsola si è rivolta dicendo, “siamo qui per commemorare i nostri morti che ci furono anche dopo che le armi avrebbero dovuto tacere”. Per la prima volta la manifestazione ha avuto una organizzazione al femminile visto che non è stata preparata come di consueto da Mirco Santarelli, ex responsabile degli Arditi d’Italia di Ravenna, ma da Angela Di Marcello.

Prima della sfilata alla cripta da parte dei ‘nostalgici’ – atto conclusivo della manifestazione – è stato osservato un minuto di silenzio, sono state lette due orazioni – la ‘Preghiera del Legionario’ e la ‘Preghiera dell’Ausiliaria’ -ed è risuonato il ‘Presente’. con l’invito di Orsola Mussolini a non fare il saluto romano ma a mettere una mano sul cuore.

(ANSA)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 100180 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!