Vacanze in Sicilia: Palermo la metropoli africana in Europa

E’ la Sicilia la top meta italiana per le vacanze 2023. Le vacanze in Sicilia sono la scelta perfetta per trascorrere le ferie estive nell’Isola più bella del Mediterraneo.

Terra di silenzi e misteri, mare e vulcano, caldo e neve affascina sempre tutti.

L’estate è un periodo meraviglioso se si amano le temperature calde e le nottate che terminano il giorno dopo

Palermo:

  1. Ballarò: storico mercato palermitano da scoprire se si ama la buona cucina. Qui oggi come un tempo carni e pesce vendute al banco del mercato con tecniche di vendita tipiche dei paesi nord africani.
  2. Via Maqueda: un tempo elegante via dello shopping, oggi palazzi decadenti ed antiche botteghe ci riportano al tempo che fu. Uno splendido percorso tra architetture di vari periodi.
  3. La Cattedrale: si tratta di un monumento storico unico nel suo genere ed intercetta tutte le religioni delle dominazioni della Sicilia. Nasce infatti come basilica paleocristiana, diventa poi moschea ed infine nuovamente chiesa con i Normanni. Lo stile più rilevante è quello neoclassico imposto intorno a metà del 700 da Ferdinando Fuga, architetto alla corte di Carlo di Borbone. Una visita alla cattedrale è doverosa.
  4. Giardini Inglesi: polmone verde al centro della bella ed elegante via della Libertà, sono da sempre luogo da visitare nella metropoli. Ficus monumentali rendono questo angolo di Palermo speciale.
  5. Catacomba dei Cappuccini: tra misticismo e realtà, si tratta di un luogo da visitare se si amano i posti particolari. I frati cappuccini della chiesa di Santa Maria della Pace avevano l’esigenza di seppellire i corpi e così facevano, la mummificazione di questi corpi, infatti, non è per nulla artificiale ma completamente naturale. La pratica mummificazione naturale è stata poi estesa alla Palermo bene, dal Seicento all’Ottocento furono migliaia le persone, perlopiù notabili, che decisero di affidare ai Cappuccini i corpi dei loro defunti in cambio di ricche donazioni. L’ultimo corpo così mummificato ed esposto nella cripta è datato 1920. Da visitare assolutamente se si ha la passione del gotico!
  6. Fontana Pretoria o, come la chiamano i palermitani, la “Fontana della Vergogna” è una incantevole piazza con fontana caratterizzata dalla nudità delle statue.La piazza è nel cuore della Kalsa, da un punto di vista storico-culturale, la fontana nata per essere installata a Firenze invece, per varie peripezie arriva a Palermo.
  7. Orto Botanico: è un piccolo angolo di paradiso da vedere, conoscere e rimanere incantati Qui infatti ci sono incantevoli piante da ammirare e scoprire.

Buon cibo palermitano: il top

A Palermo si mangia bene: un dato di fatto. Cosa è necessario assaggiare? Sicuramente tutto! Ma ecco alcuni piatti che noi ogni volta che andiamo in Sicilia ed in particolare a Palermo dobbiamo consumare.

  • Granita al gelso: da assaporare semplice o con il tuppo (tipica briosche locale) a colazione, a merenda, a metà mattina. Sempre.
  • Cassata con i canditi: meglio se la si acquista in zona Kalsa, la cassata, quella vera, la sanno fare solo qui!
  • Caponata:si tratta di un insieme di ortaggi fritti, conditi con sugo di pomodoro, sedano, cipolla, olive, capperi, zucchero e aceto, particolarmente delicata da queste parti.
  • Pani câ meusa. panino con la milza, è una specialità alimentare palermitana unica nel suo genere.

Ovviamente così come i monumenti questo è solo un accenno: una vacanza in Sicilia deve prevedere almeno un tre giorni a Palermo.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 100170 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!