Ex insegnante casertana in ospedale: un fermo

Nella mattinata odierna, i Carabinieri della Stazione di Marcianise hanno identificato l’uomo alla guida del velocipede che sabato sera, a causa della scarsa luminosità e procedendo a velocità sostenuta, non è riuscito ad evitare l’impatto con Angela Marello, 82enne, insegnante in pensione, ricoverata all’ospedale di Caserta con un grave trauma cranico che attualmente la tiene in prognosi riservata.

Lo stesso, impaurito per l’accaduto e non rendendosi conto della gravità della situazione lasciava il luogo del sinistro e tornava a casa. Per quanto sin qui ravvisato l’uomo dovrà rispondere di lesioni personali colpose.

I FATTI

Nella serata di sabato 23 settembre u.s., in via De Felice a Marcianise La ottantaduenne del luogo è stata soccorsa da personale sanitario del servizio “118” di Caserta poiché rinvenuta, da alcuni passanti, riversa sul selciato con una ferita alla testa e apparentemente priva di sensi.

La vittima stava tornando a casa dopo la messa serale.

Alla donna, trasportata presso l’ospedale civile di Caserta è stata riscontrata affetta da grave trauma cranico, e ricoverata in prognosi riservata presso il reparto di neurochirurgia in stato soporoso, non in coma.

L’immediata attività di indagine, diretta dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, ed effettuata dalla Stazione Carabinieri di Marcianise ha consentito, attraverso mirati riscontri e dichiarazioni rese da persone informate sui fatti, di ricostruire quanto accaduto, che al momento sembrerebbe riconducibile ad un investimento da parte di un ciclista.

Al vaglio degli inquirenti l’ipotesi di una rapina o dell’investimento; nel verbale di accettazione dell’ospedale si parla di investimento in bici, ed è ciò che la 82enne potrebbe aver accennato al medico del pronto soccorso all’ingresso nella struttura sanitaria.

Sui social la figlia aveva chiesto aiuto a eventuali testimoni per fare chiarezza sulla vicenda: “Un appello a tutti a dare info sull’accaduto, per favore. Chi ha visto, anche di passaggio, chi ha assistito , chi ha soccorso, chi è stato d’aiuto e chi no, chi ha sentito, chi sa, per favore aiutateci a mettere insieme i pezzi di questo atto vile, crudele, brutale e inumano”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 101769 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!