Aversa. Sogert e Comune dovranno restituire 9mila euro a noto bar

Nuova condanna per il Comune di Aversa e la Sogert, società incaricata per la riscossione per conto dell’ente comunale.

Il cittadino, titolare di un noto bar normanno, si era visto prelevare a sorpresa ben 9000 euro dal conto corrente.

Fatte le dovute indagini, si era scoperto che si trattava di un pignoramento Sogert (per conto del Comune di Aversa, ndr) per annualità TARI mai notificate.

Il barista aversano si è dunque rivolto all’Avv. Antonella Savoia, fiduciaria dell’associazione “Il Ricorso”.

La CTP (Corte di Giustizia Tributaria) di Caserta con sentenza n. 5006/2022 ha annullato il pignoramento con la conseguenza che Comune e Sogert dovranno restituire il danaro al cittadino.

In pratica è emersa una catena di errori nelle fasi della notifica effettuata per il tramite di una ditta privata.

Allo stato il contratto tra Comune di Aversa e Sogert è scaduto (proroga compresa) e pertanto ogni atto che i contribuenti Aversani dovessero ricevere è nullo sul nascere.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 100034 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!