Aversa. Liceo Jommelli promuove produzione di crema per le mani

La creazione di una crema fatta in ‘casa’ – nel laboratorio scientifico del Liceo Jommelli – realizzata con ingredienti naturali e accessibili.

Nell’ambito di un’iniziativa educativa innovativa, gli studenti del Liceo Jommelli – diretto dalla dott.ssa Emilia Tornincasa – hanno abbracciato un progetto scolastico promosso dalla prof.ssa Lucia Rostan, mirato a promuovere la consapevolezza sull’importanza dell’idratazione della pelle e in particolare modo delle mani.

Sostegno fondamentale per il successo del progetto scolastico, non solo la dirigente Tornincasa e alla dsga Marianna Dell’Aversana anche la prof.ssa Rosa Giannetti (tutor di progetto), prof.ssa Elvira Capone, coadiuvate dal tecnico di laboratorio Maria Menichini.

Guidati dalla loro passione per la scienza e la chimica, gli studenti hanno dapprima studiari le emulsioni e poi messo in pratica le loro conoscenze teoriche per formulare una crema per le mani efficace e sicura per l’uso quotidiano.

Utilizzando ingredienti come olio di mandorle dolci, cera d’api, acqua distillaata ed olio essenziale di lavanda, hanno lavorato per creare una formula nutriente, idratante e delicata sulla pelle.

Il progetto non si è limitato alla semplice produzione della crema, ma ha coinvolto anche una fase di ricerca approfondita sulle proprietà dei reagenti e sulle migliori pratiche per la cura della pelle.

crema ragazzi liceo jommelli

Gli studenti hanno imparato l’importanza di scegliere reagenti naturali e sostenibili, evitando l’uso di sostanze chimiche nocive o di derivazione animale.

Completata la fase di produzione, gli studenti hanno avviato la fase del packaging che ha portato alla realizzazione dell’etichetta personalizzata con il nome del Liceo.

La risposta alla loro iniziativa è stata estremamente positiva, con molti che hanno elogiato l’impegno e la creatività degli studenti nel promuovere la consapevolezza sulla cura della pelle e sulla produzione di prodotti cosmetici fatti in casa.

Il progetto ha anche suscitato interesse tra gli insegnanti e i genitori, che hanno apprezzato l’approccio pratico e interdisciplinare all’apprendimento.

L’idea progettuale ha fornito agli studenti un ambiente stimolante in cui esplorare le proprie passioni e tradurle in azioni concrete.

Ha incoraggiato la creatività e l’autonomia degli studenti, riconoscendo il valore intrinseco del progetto non solo come opportunità di apprendimento pratico, ma anche come mezzo per promuovere il benessere e l’impegno sociale.

In un’epoca in cui sempre più persone si interessano alla cura naturale della pelle e alla riduzione dell’impatto ambientale dei prodotti cosmetici, l’iniziativa promossa dalla prof.ssa Rostan rappresenta un esempio tangibile di come l’istruzione possa ispirare cambiamenti positivi nella società.

Grazie al loro impegno e alla loro passione, questi giovani pionieri hanno dimostrato che anche piccole azioni possono fare la differenza nel promuovere uno stile di vita sano e sostenibile.

La realizzazione della crema per le mani è la dimostrazione di come l’istruzione non si limita alla trasmissione di conoscenze accademiche, ma include anche il sostegno all’innovazione e alla crescita personale degli studenti attraverso progetti significativi e coinvolgenti.

In un periodo in cui l’istruzione è chiamata a rispondere a sfide sempre nuove e complesse,l’impegno e la dedizione degli studenti,meritano un plauso sincero da parte di tutta la comunità educativa.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 100946 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!