Trentola Ducenta. Cantile: “gruppo Rinascita? coerenza 0”

“La seduta del Consiglio Comunale tenutasi il 15 marzo ha rappresentato un punto di svolta critico, evidenziando non solo problematiche amministrative ma anche una crisi più profonda nei meccanismi della nostra democrazia locale”. A sostenerlo è Antonio Cantile, consigliere di opposizione dei “Moderati per Trentola Ducenta” che, insieme al gruppo Misto, aveva chiesto la seduta con all’ordine del giorno l’istituzione di una commissione speciale per i Lavori pubblici.

“L’adunanza è stata richiesta avendo come punto all’ordine del giorno l’istituzione di una commissione speciale per i lavori pubblici, attesa la constatazione, da parte nostra, delle scelte operate da parte dell’ufficio lavori pubblici, culminate in ritardi significativi nel progetto di abbattimento e ricostruzione del plesso scolastico di via Rossini oltre alle folli spese per quasi 310.000 euro, sino ad ora avute, destinate alla ristrutturazione dell’edificio all’interno della casa comunale adibito a scuola elementare”.

“La risposta della maggioranza è stata sconcertante. Hanno rifiutato la proposta sulla base che esistesse già una commissione permanente per i lavori pubblici, nonostante questa non avesse mai esaminato i casi sollevati. Ciò ha evidenziato un uso delle commissioni non come strumenti di controllo e proposta, ma come mere estensioni dell’amministrazione attuale”.

“Il comportamento dei consiglieri di ‘Rinascita’ ha aggravato la situazione. Hanno votato in linea con la maggioranza. Il loro atteggiamento ha rivelato una mancanza di coerenza e di rispetto per i principi democratici”.

“In particolare, i consiglieri Maiolica, Marino e Fusco, hanno mostrato una notevole ambivalenza, astenendosi in passato su temi “propri” della maggioranza, quali il riequilibrio di bilancio e bilancio di previsione, ma opponendosi alla nostra richiesta di istituire una commissione speciale. Non hanno avuto nemmeno la delicatezza di astenersi. Vi è di più, hanno giustificato il loro voto contrario con le stesse motivazioni della maggioranza, lasciandoci senza parole”.

“Questo scenario solleva interrogativi sulla loro vera indipendenza dalla maggioranza e sulla validità della loro rappresentanza. Le loro azioni non solo ignorano le necessità di trasparenza e di controllo, ma tradiscono anche le aspettative degli elettori che hanno sostenuto un programma elettorale di opposizione”.

“In conclusione, ciò che è accaduto il 15 marzo va oltre la semplice politica comunale. Riflette una preoccupante tendenza in cui le istituzioni democratiche vengono sottoutilizzate o abusate, compromettendo la fiducia dei cittadini nelle loro autorità locali”.

“Nel nostro piccolo ci ci impegneremo a perseguire la trasparenza, l’integrità e a rappresentare gli interessi dei cittadini di Trentola Ducenta, tenendo sempre in primo piano i valori della nostra democrazia”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 100946 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!