Mike McDonald, giocatore di poker canadese, per gli utenti di Wazamba

Cosa serve per avere successo nel poker? Talento, predisposizione, mentalità matematica? Forse la fortuna e l’occasione giusta per avviare una carriera?

Oppure la diligenza unita alla disciplina? Mike MacDonald è un giocatore professionista canadese. Nella sua biografia si intrecciano i fattori sopra citati.

In questo articolo per gli utenti di Wazamba – i dettagli su come il proprietario del famoso “sguardo di ghiaccio”, di cui forse gli utenti di Wazamba hanno sentito parlare, è diventato uno dei giocatori di poker di maggior successo dei nostri tempi.

I primi anni

Mike è nato nel 1989 in Canada (provincia dell’Ontario). I membri della sua famiglia non erano legati al poker e probabilmente non ci hanno mai giocato. Tuttavia, il padre di Mike, MacDonald Sr., era un allenatore di scacchi.

Ha fatto sì che il figlio si interessasse ai giochi mentali, aiutandolo a sviluppare la logica e il pensiero tattico. Queste abilità sono utili anche a Wazamba.

Già all’età di 12-13 anni, Mike giocava a scacchi a livello di concorrenti adulti. Tra i suoi coetanei non aveva eguali.

Quando Mike compì 15 anni, i suoi genitori lo mandarono in vacanza in un campo per bambini con abilità matematiche. Durante questo periodo, il futuro high roller incontrò nuovi amici che gli parlarono del poker. Un altro gioco intellettuale nel “salvadanaio della conoscenza” di Mike divenne presto uno dei suoi preferiti.

Quando McDonald tornò a casa, chiese aiuto ai suoi genitori per il suo primo deposito in una sala da gioco online. I genitori accettarono, rendendosi conto che il figlio era davvero portato per il poker. Fu il primo e ultimo deposito di Mike in quegli anni: non dovette più depositare. Il nuovo giocatore, soprannominato Timex, accumulò rapidamente il suo bankroll e guadagnò oltre 10.000 dollari. In futuro Mike utilizzerà questo denaro per pagare i buy-in ai tornei dal vivo. Le competizioni si tengono anche su Wazamba.

I primi successi nel poker offline

Prima di raggiungere l’età di 18 anni, Mike ha trascorso molto tempo a “grindare” nelle sale online. Si rese conto che avrebbe legato la sua vita futura al poker e si preparò a giocare in modo più serio. Dopo aver raggiunto la maggiore età, McDonald ha ritirato il denaro accumulato sul conto della sua sala online e ha iniziato a cercare un evento dal vivo.

Mike ha scelto la serie EPT 2007. Tra tutti i prossimi eventi offline, quello dell’European Poker Tour era più vicino in termini di luogo e data. Mike ha pagato il buy-in di 5.000€ e si è registrato per il suo primo evento live, il Main Event EPT.

Mike si è comportato bene per essere un giocatore alle prime armi. Si è classificato al 14° posto e ha portato a casa 29.599 dollari di premio. Tuttavia, MacDonald non si è fermato qui e un mese dopo ha partecipato a 3 tornei dell’Aussie Millions di Melbourne.

La strada verso la gloria

I primi passi di Mike McDonald nel poker offline sono stati un successo. Nel giro di pochi mesi ha accumulato un grosso bankroll e ha acquisito conoscenze sufficienti per partecipare al successivo EPT.

MacDonald partecipò nuovamente al Main Event e questa volta fu il vincitore. Il primo posto nel Main Event portò a Mike una grande vittoria, la fama e il titolo di più giovane campione della serie.

Recentemente, Mike non ha partecipato a eventi dal vivo. Probabilmente ha deciso di concentrarsi sul poker online e su altre aree della sua attività. Il suo ultimo torneo dal vivo è stato il WPT High Roller Event, dove MacDonald si è classificato 11°.

Passione per le scommesse sportive

Mike dedica gran parte del suo tempo libero alla forma fisica. MacDonald ama lo sport e lo considera una parte importante della sua vita. Un’altra passione del giocatore di poker sono le scommesse.

MacDonald ha più volte fatto scommesse su argomenti sportivi con altri giocatori famosi. Ad esempio, la famosa sfida per 300 squat in un’ora era pronta a “pagare” Bill Perkins. Mike ha rispettato la condizione, ha ricevuto la sua vincita, ma ha deciso di non fermarsi. Ha alzato la posta e ha reso la sfida più difficile per se stesso.

Il secondo round di “esercizi di scommessa” non ha avuto successo per McDonald. Non è riuscito a fare 350 squat in un’ora e ha perso contro Bill. Questa è la cosa principale che gli utenti di Wazamba dovrebbero sapere.

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 101330 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!