Succivo. Emanuela Tessitore nominata ‘Alfiere della Repubblica’

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha consegnato 29 Attestati d’onore di “Alfiere della Repubblica”.

Solidarietà per l’ambiente e per la cultura è il tema prevalente che ha ispirato nel 2023 la scelta dei giovani Alfieri.

Tra i premiati, anche la giovanissima Emanuela Tessitore di Succivo (CE).

Ha ricevuto l’attestato d’onore di ‘Alfiere della Repubblica’ “per l’impegno e la generosità con cui si è messa a disposizione della comunità scolastica nei mesi più difficili della pandemia. Il carattere con cui ha supportato i compagni di classe più bisognosi l’ha resa fonte di ispirazione per tanti coetanei”.

“Mi piacerebbe diventare infermiera” confessa, “ma comunque sarà un lavoro per gli altri e a contatto con gli altri”. Aveva detto Emanuela a poche ore dalla notizia di essere stata nominata Alfiere della Repubblica.

“Aiutare gli altri per me è la cosa più bella e mi viene naturale. Certo qualcuno mi critica dicendo che sto sempre in mezzo come prezzemolina, ma non fa nulla”.

emanuela tessitore

Con la spontaneità e la freschezza tipica di un’adolescente, Emanuela Tessitore racconta dell’onorificenza di cui lei aveva sentito parlare ma che non si aspettava di ricevere, anche perché aiutare i suoi compagni di classe durante la pandemia non era stato un sacrificio.

Emanuela è all’ultimo anno dell’istituto superiore Mattei di Caserta, indirizzo socio-sanitario.

La sua professoressa Giuseppina Gallo ha scritto in una lettera ciò che aveva visto fare da Emanuela, e l’ha inviata al Quirinale perché le dessero l’onorificenza.

Quando ha ricevuto la comunicazione della nomina ad Alfiere della Repubblica, “sono rimasta senza parole, incredula, emozionatissima”, dice Emanuela.

“La prof mi ha detto della lettera; la ringrazierò sempre, così come ringrazio il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che per noi tutti è un esempio”. 

“Gli Attestati valorizzano le azioni di volontariato, gli esempi di cittadinanza attiva, così come le storie di ragazzi che hanno saputo trasformare la passione per la scrittura o per le scienze in un “ponte” per ridurre le disuguaglianze”, ha sottolineato il Capo dello Stato.

“I casi scelti non costituiscono tuttavia esempi di azioni rare, ma sono rappresentativi di comportamenti diffusi, di solidarietà spontanea: azioni e sentimenti da incoraggiare per diffondere tra i giovani quei valori che possono consentire loro di farsi costruttori di un futuro sostenibile, adulti consapevoli dell’importanza della solidarietà in un mondo attraversato da conflitti, cambiamenti climatici, crisi ambientali”.

“Ai riconoscimenti orientati al tema annuale, si affiancano Attestati d’onore relativi ad atti compiuti con particolare coraggio e a gesti di amicizia emblematici”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 101330 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!