Casal di Principe. Al via campi estivi su beni confiscati alla camorra

A Casal di Principe iniziano i campi estivi “Da Vicino Nessuno è Normale” per un’esperienza unica da vivere sui beni confiscati alla camorra.

Il progetto P.O.L.I. (Progetti Operativi Locali Individuali) – messo in campo dalla cooperativa sociale Agropoli – è un’iniziativa finanziata dall’Unione europea con i fondi Next Generation EU- Interventi socio-educativi strutturati per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno a sostegno del Terzo Settore, che promette di offrire ai giovani partecipanti un’esperienza formativa e di crescita unica nel suo genere.

Dal 15 al 26 luglio, circa sessanta ragazzi tra gli 11 e i 17 anni provenienti dai comuni dell’Ambito Territoriale C07 (Lusciano comune-capofila; Parete, San Marcellino, Trentola Ducenta, Villa di Briano, Frignano, Casapesenna, San Cipriano d’Aversa, Casal di Principe e Villa Literno) avranno l’opportunità di partecipare a campi estivi di cinque giorni ciascuno, svolgendo attività educative e ricreative in tre beni confiscati alla criminalità organizzata e non solo.

Il ristorante – pizzeria sociale “NCO – Nuova Cucina Organizzata” a Casal di Principe, il Centro di aggregazione giovanile “La Fabbrica delle Idee” a San Cipriano d’Aversa e il Centro di aggregazione giovanile “Rosario Livatino” a Casapesenna, i luoghi simbolo di riscatto e di legalità, diventeranno il palcoscenico di laboratori di pasticceria, scrittura creativa, sperimentazione artistica e di cittadinanza attiva.

LE ATTIVITÀ SOCIO-EDUCATIVE

I ragazzi che aderiscono alle progettualità potranno cimentarsi, inoltre, anche in laboratori di arte culinaria, come quello degli gnocchi, presso il ristorante NCO (Nuova Cucina Organizzata) o di pasticceria tradizionale negli spazi del caffè letterario ‘Artespressa’ di Casapesenna; e ancora esplorare l’Orto in Campania presso l’omonimo centro commerciale dove i partecipanti potranno gustare in compagnia il gelato in piazza Campania.

A questo ventaglio di iniziative si aggiunge la possibilità di partecipare a visite guidate presso aziende bufaline del territorio e nei siti culturali di grande prestigio storico- artistico, come l’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere e le catacombe di Napoli.

“Siamo entusiasti di offrire ai giovani del nostro territorio un’opportunità così significativa di crescita e formazione, valorizzando al contempo il riutilizzo sociale dei beni confiscati alla camorra”, ha dichiarato Antonio De Rosa, referente del progetto per la cooperativa sociale Agropoli onlus.

“Questi campi estivi sono strutturati per contrastare la dispersione scolastica e per promuovere in modo fattivo l’inclusione sociale attraverso un’esperienza di vita comunitaria per i giovani”.

Il progetto P.O.L.I. è reso possibile grazie alla collaborazione di numerosi partner, quali la Cooperativa sociale Maeditactio, l’ente di formazione Directa School, il Comune di Lusciano capofila Ambito C07, l’Istituto Comprensivo Statale “Don Diana” e l’I.T.S. “Guido Carli” di Casal di Principe, e il Liceo Scientifico Statale “E.G. Segrè” di San Cipriano d’Aversa.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: [email protected] | [email protected]

admin has 102259 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!