L’autopsia conferma che Sana è stata strangolata

Sana Cheema, la giovane italo-pachistana morta il 24 aprile in Pakistan in una vicenda di sospetto ‘delitto d’onore’, è stata strangolata secondo i risultati dell’autopsia realizzata dal Laboratorio forense del Punjab. L’autopsia, rivela il rapporto di cui l’ANSA ha ricevuto un estratto, mostra che “l’osso del collo è stato rotto”, indizio che orienta verso un decesso per strangolamento.

Ecco il documento

La 25enne di origini pakistane, cresciuta a Brescia, cittadina italiana da settembre è morta in patria. “Per morte naturale” secondo alcune ricostruzioni che arrivano dal Pakistan. “Uccisa dal padre e dal fratello perché rifiutava il matrimonio combinato”, la versione invece di altri rappresentanti della comunità pakistana in Italia.

Il padre della ragazza, Ghulam Mustafa, il fratello Adnan Mustafa e lo zio Mazhar Iqbal sono in arresto già da alcune settimane.

(ANSA)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 101736 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!