Catenacci alle finestre per impedire alla compagna di uscire

Dopo aver intrapreso una convivenza con una donna, le avrebbe vietato di uscire apponendo alle finestre lucchetti e catenacci e sottoponendola a continui maltrattamenti.

Accade ad Eboli, in provincia di Salerno, dove una donna di 31 anni è stata costantemente maltrattata dal compagno convivente, sequestrata in casa e ridotta in schiavitù.

Così i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Eboli (Salerno) hanno arrestato un uomo per il reato di riduzione in schiavitù, sequestro di persona, maltrattamenti e lesioni personali nei confronti di una trentunenne straniera.

Stando a quanto ricostruito dalle indagini dei militari dell’Arma, l’uomo – dopo aver intrapreso una convivenza con la vittima, aveva cominciato a manifestare comportamenti violenti – sottoponendola a continui maltrattamenti fisici e psicologici e vietando alla donna perfino di uscire di casa.

L’indagato aveva chiuso le finestre dell’appartamento con catenacci e lucchetti.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: [email protected] | [email protected]

admin has 102259 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!