Passaporti, risolti i problemi delle Questure

La polizia di Stato rende noto che le questure hanno messo in campo un poderoso sforzo organizzativo per soddisfare le istanze ricevute riguardanti il rilascio dei passaporti.

Solo nei primi due mesi dell’anno ne sono stati complessivamente rilasciati 412.385, con la più che fondata previsione di raggiungere, nel corso del 2023, circa 2 milioni e mezzo di documenti di espatrio.

Soltanto nella giornata di ieri ne sono stati emessi 12.007. Le misure straordinarie adottate dalle questure consentono di rassicurare i cittadini sull’esito positivo, nei tempi previsti, di tutte le richieste, anche non connotate dall’urgenza.

Il piano straordinario attivato dagli uffici, con l’aggregazione di personale, l’organizzazione di task force dedicate, rispettivamente, all’acquisizione delle istanze e alla loro lavorazione, l’ampliamento dei giorni e degli orari di apertura al pubblico, gli open day nelle giornate di sabato e domenica, che hanno consentito l’acquisizione delle istanze connotate da urgenza in modalità alternative all’agenda on line, l’avvio di monitoraggi quotidiani della medesima agenda al fine di rimodulare ad horas la disponibilità per le prenotazioni, hanno consentito – spiega una nota – di rispondere in maniera efficace alla massiccia ed imprevista impennata di richieste. I dati disponibili evidenziano, al netto della flessione registratasi nel periodo pandemico, l’aumento dei passaporti rilasciati nell’anno appena passato (1.815.828) rispetto al 2019 (1.783.415), al 2018 (1.649.324) e al 2017 (1.485.057).

Per altro verso, prosegue l’attività di interlocuzione del Dipartimento della pubblica sicurezza con l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, per l’adozione di ogni iniziativa volta ad incrementare la capacità produttiva di libretti in bianco. Per garantire il diritto costituzionale alla libertà di movimento, le istanze sostenute da adeguata e documentata motivazione di urgenza (viaggi per motivi di studio, lavoro, salute e turismo) sono, in ogni caso, ricevute ed evase da parte dei competenti Uffici, anche al di fuori della prenotazione effettuata tramite la piattaforma Agenda on line. Inoltre, tenuto conto che risultano in corso di validità oltre 11 milioni di passaporti e che i documenti in scadenza al 31 dicembre sono circa 900.000, si ritiene che le misure straordinarie adottate dalle Questure consentono di rassicurare i cittadini circa l’esito positivo, nei tempi previsti, di tutte le richieste, anche non connotate dall’urgenza.

(Ansa)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 100253 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!